Il dubbio linguistico

Moderatori: Pat !!!, Witch*

Re: Il dubbio linguistico

Messaggioda Pat !!! » 30/01/2013, 0:01

mareva ha scritto:
Pat !!! ha scritto:
fokina ha scritto:
Neb ha scritto:No, è che quando scrivo a mano faccio sempre lo stesso segno (anche per l'apostrofo) e il problema non sorge, ma scrivendo al pc le due e accentate sono distinte e il web è pieno di grammar nazi pronti a scannarti per queste cose, quindi volevo sapere se c'è una regola su quando usare l'una e quando l'altra.


L'accento grafico in italiano può essere acuto (é) o grave (è); raramente si utilizza quello circonflesso (î) per preziosismi grafici.

Circonflesso? O_O Ti prego, fammi un esempio, questa non la sapevo!


Se non sbaglio, ma Micol correggimi ché non ho qui davanti il Serianni (amiamolo), l'accento circonflesso si usa ormai di rado per indicare una sincope, cioè la soppressione di una sillaba nel corpo di una parola: côrre per cogliere, tôrre per togliere, fêro per fecero e così via; o anche per indicare un’apòcope, cioè la soppressione di una sillaba in fine di parola: fûro per furono, amâro per amarono, ecc.
Si usa, inoltre, per indicare la contrazione in una delle due i nel plurale dei nomi in -io con la i atona cioè non accentata: varî invece di varii, studî invece di studii, ecc. Ma anche in questo caso appare inutile poiché basta una semplice i quando, ovviamente, non sia possibile una confusione di senso come: assassinii, plurale di assassinio, ma assassini plurale di assassino, ammalii (verbo ammaliare), ma ammali (verbo ammalare) anche se, come ho graficamente rappresentato io, è molto più comune l'uso della doppia i anziché della ‹í›.

Oh mio dio. Vi ringrazio per avermi detto questa cosa che non avrei MAI e poi mai immaginato.
Mi chiedo sinceramente quando questo utilizzo dell'accento circonflesso sia andato perso nel tempo visto che, anche studiando autori di epoche antiche in letteratura italiana, non mi è mai capitato di trovarlo.
Qual è il suono della libertà? Quello di un orgasmo.

Immagine
Avatar utente
Pat !!!
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 21/08/2011, 20:55
Località: Al sud del Veneto

Re: Il dubbio linguistico

Messaggioda fokina » 30/01/2013, 1:20

Sì, non si usa più :)

Grande Mareva!! :D

Non ho ancora trovato la regola della virgola, scusatemi!

Per quanto riguarda obiettivo e l'allografo obbiettivo, rimando alla crusca http://www.accademiadellacrusca.it/it/l ... obbiezione
Fondamentalmente, meglio dire "obiettivo" ;)
Words don't come easily.
Avatar utente
fokina
 
Messaggi: 3126
Iscritto il: 21/08/2011, 23:53
Località: Berlino

Re: Il dubbio linguistico

Messaggioda Neb » 30/01/2013, 15:22

Grazie per aver risposto!

Homo Gothikus Industrialis
Avatar utente
Neb
 
Messaggi: 757
Iscritto il: 12/09/2011, 0:54
Località: Ancoma

Re: Il dubbio linguistico

Messaggioda Andre~ » 30/01/2013, 23:09

Oh grazie ragazzi! Era come ricordavo allora!
______________________________________________________________________________________________________

HO|PE


Donate, non costa nulla.

AVIS
AIDO
ADMO

Immagine
Avatar utente
Andre~
 
Messaggi: 1844
Iscritto il: 12/09/2011, 12:55
Località: Novara

Re: Il dubbio linguistico

Messaggioda Furetto291182 » 02/02/2013, 16:18

anche io....noi bolognesi sbagliamo la pronuncia delle vocali....per esempio chiudiamo dove ci sarebbe da aprire e il contrario....
io ammetto che per gli accenti mi affido al correttore automatico e mi ricordo che perché e affinché me li corregge sempre!
Avatar utente
Furetto291182
 
Messaggi: 820
Iscritto il: 12/09/2011, 10:38

Re: Il dubbio linguistico

Messaggioda fokina » 02/02/2013, 20:44

Vabbè, ma quello è sacrosanto, il dialetto è sempre in agguato!
Nemmeno io uso correttamente l'apertura delle vocali... Non conosco la dizione di tutte le parole... :P
Words don't come easily.
Avatar utente
fokina
 
Messaggi: 3126
Iscritto il: 21/08/2011, 23:53
Località: Berlino

Re: Il dubbio linguistico

Messaggioda Neb » 04/02/2013, 5:28

Ho un'altra cosa da chiedere: quando vanno usati i trattini (per intenderci, questi: -....-)? Sono utilizzabili al posto delle parentesi?
Sto leggendo un libro in cui sono presenti ma ce n'è solo uno, è perché è scontato che se poi c'è il punto allora non serve il secondo o in realtà non si usa proprio?

Homo Gothikus Industrialis
Avatar utente
Neb
 
Messaggi: 757
Iscritto il: 12/09/2011, 0:54
Località: Ancoma

Precedente

Torna a Divagazioni, Ruote Libere, Isterismi Sociali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron