Self made: cosa ne pensate?

Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda fokina » 04/01/2013, 22:17

Seguendo la scia del vecchio forum, abbiamo deciso (moderatori e amministratori) di mantenere un atteggiamento di contrarietà verso i self made.
Vorrei però pensare cosa ne pensate voi.
Senza i self made, molti piercer non si sarebbero formati, così come molti tatuatori. Non saremmo, probabilmente, arrivati a dove siamo ora.
Ma è sicuramente pericoloso, specialmente per i ragazzini che tentano l'impossibile per risparmiare due euro.
Words don't come easily.
Avatar utente
fokina
 
Messaggi: 3126
Iscritto il: 21/08/2011, 23:53
Località: Berlino

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda Erin » 05/01/2013, 11:32

Beh, quello che hai detto tu.
Il self-made è necessario se si ha intenzione di diventare piercer seriamente.
Ma i ragazzini che si professano piercer perché forano gli amici sulle panchine o nei bagni del Mc li prenderei a randellate nelle gengive :)
Non tanto perché si fanno del male da soli, ma perché "infangano" (passatemi il termine) la professione.
Sì, il costo reale di un piercing è 3€, ma la gente non realizza che devono pagare un'intero studio, come chiunque altro. Luce, riscaldamento, macchinari...
Avatar utente
Erin
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 12/09/2011, 12:32

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda mareva » 05/01/2013, 13:16

Il problema è che non viene ancora dato credito a queste professioni, dai più.
Non succede così spesso che qualcuno si improvvisi medico o ingegnere o altro perché verso questi lavori c'è, comunque, (si spera) un minimo di rispetto. Per piercer e tatuatori ancora non succede. E questo fa credere alle persone che tutti possano farlo. Che sia un capriccio. Una moda. E non un lavoro.
.I'm sorry for my inability to let unimportant things go,
for my inability to hold on to the important things.
Avatar utente
mareva
 
Messaggi: 1676
Iscritto il: 25/08/2011, 10:34

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda Erin » 05/01/2013, 14:15

mareva ha scritto:Il problema è che non viene ancora dato credito a queste professioni, dai più.
Non succede così spesso che qualcuno si improvvisi medico o ingegnere o altro perché verso questi lavori c'è, comunque, (si spera) un minimo di rispetto. Per piercer e tatuatori ancora non succede. E questo fa credere alle persone che tutti possano farlo. Che sia un capriccio. Una moda. E non un lavoro.

Esatto.
Avatar utente
Erin
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 12/09/2011, 12:32

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda em: » 05/01/2013, 15:28

Il problema è che molti non si informano, io dopo aver trovato voi, ho capito realmente quanto la pulizia e la professionalità siano importanti in questo campo. Purtroppo ha ragione mareva, c'è ancora poca credibilità per piercer e tatuatori.


Sent from Tapatalk
Avatar utente
em:
 
Messaggi: 93
Iscritto il: 12/09/2011, 14:49

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda fokina » 05/01/2013, 17:46

E cos'è che l'ha reso poco credibile secondo voi?

Stavo pensando al mio campo, quello delle traduzioni. Anche quel lavoro non viene riconosciuto dai più e chiunque si improvvisa traduttore, senza capire che c'è un grosso studio alle spalle. Ovviamente non si rischia la salute di nessuno, ci mancherebbe... Ma posso capire.
Il risparmio credo che sia uno dei punti principali, oltre alla credibilità.
Words don't come easily.
Avatar utente
fokina
 
Messaggi: 3126
Iscritto il: 21/08/2011, 23:53
Località: Berlino

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda Erin » 05/01/2013, 18:45

Forse perché non è un bene principale...Ad esempio anche le parrucchiere vengono considerate "shampiste" dai più e non ci vanno perché preferiscono fare a casa o andare dai cinesi. Poi vedi in giro tinte a chiazze e tagli improbabili.
Avatar utente
Erin
 
Messaggi: 669
Iscritto il: 12/09/2011, 12:32

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda B_as_a_bitchy » 06/01/2013, 21:24

Io non sono totalmente contraria al self-made.
Penso che il self-made sia un'esperienza che consenta di provare sensazioni completamente diverse rispetto a quelle che si potrebbero provare affidando il proprio corpo nelle mani di qualcun altro. Tutto dipende da quale tipo di esperienza si vuole vivere.
Ovviamente non mi sto riferendo a quel tipo di self-made fatto in modo stupido, superficiale e irresponsabile, che spesso e volentieri va oltre al "self, trasformandosi in un modo come un altro per arrotondare la paghetta.
la donna, lo specchio che ingrandisce l'immagine dell'uomo.
Avatar utente
B_as_a_bitchy
 
Messaggi: 248
Iscritto il: 14/09/2011, 18:34
Località: Milano

Re: Self made: cosa ne pensate?

Messaggioda Kobrax » 07/01/2013, 11:39

come ho risposto su facebook, io separo il self made fatto da piercers e apprendisti piercer, ed in questo caso è giusto pure far pratica, ma si conosce cio' che è giusto e sbagliato, dal selfmade fatto dal bimbominchia di turno che, perche' non vuol spendere e perche' i suoi non lo autorizzano si fora a caso
Avatar utente
Kobrax
 
Messaggi: 109
Iscritto il: 12/07/2012, 0:46


Torna a Storia e Cultura delle Modificazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti